Il giardino d’infanzia si presenta

Nel nostro asilo, amico della pedagogia steineriana, la vita scorre scandita da ritmi.
Lo sviluppo sensoriale è curato con attenzione e l’esempio è lo strumento a disposizione dell’adulto per educare il bambino, mentre l’imitazione è ciò che deve sviluppare il bambino stesso.
I bambini vengono protetti dalla tecnologia, prediligendo l’uso di materiali naturali e di giochi costruiti a mano. Si canta e si ascolta musica “scelta” che procuri serenità a grandi e a piccoli, affinché, una giornata in asilo, trascorra secondo il nostro motto:- “qui non si grida e non si sgrida…”. Si invitano i bambini a movimenti ritmati, all’uso dell’acquarello, al modellaggio, alla tessitura, alla panificazione ed a tutto ciò che in esso sviluppi la fantasia e procuri benessere. Il bambino collaborerà, anche, alla preparazione dei pasti.
L’animo dei bambini viene nutrito costantemente dal racconto di fiabe, che vengono rigorosamente mantenute ad “epoche”, fintantoché, il bambino, non voli, con le parole a lui ormai note, nel mondo dei sogni…
Nel nostro giardino d’infanzia si tiene sempre in considerazione che, nella vita del bambino,  gli anni che precedono il suo inserimento nella scuola, risultano di fondamentale importanza e decisivi: il piccolo, infatti,  esce timidamente dal suo nido per affacciarsi oltre le mura a lui familiari…
Si apre ad affrontare nuove esperienze e le sue competenze crescono infinitamente. E’ una fase della vita molto delicata che merita cure ed attenzioni appropriate che prendano spunto da un tipo di approccio educativo integrale, che tenga sempre presente che il bambino consta di spirito, corpo ed anima. Chi educa deve aver maturato “ un’idea di educazione” e deve aver soprattutto appreso ad “amare”.

Noi, amiamo educare…
amiamo amare i nostri splendidi “piccoli”…
Noi amiamo il nostro lavoro!